LOST YEARS

Dopo un anno, chi avrebbe mai pensato di ritrovarsi ancora nella stessa situazione? E soprattutto, chi avrebbe mai rimpianto l’andare a scuola?

Ebbene sì, la situazione non è cambiata, anzi, peggiora di giorno in giorno e noi ne stiamo risentendo.

Chiusi nelle nostre case, senza la possibilità di uscire, socializzare e vivere appieno la nostra adolescenza. La scuola, che abbiamo sempre detestato, ora è forse la cosa che più ci manca: l’intervallo, il contatto diretto con i compagni e i professori, le gite scolastiche e l’ansia pre-verifica. Ci mancano le uscite con gli amici, gli aperitivi al bar, le liti con i genitori dopo essere tornati all’alba, le serate al cinema… insomma, tutto ciò che per noi era la normalità.

Per non parlare dell’utilizzo dei nostri smartphone! Siamo sempre stati rimproverati per l’abuso della tecnologia, partendo dai nostri genitori fino ad arrivare ai nostri professori; mentre ora è l’unico modo per sentirci vicini alle persone che non possiamo più incontrare. Se prima trascorrere molto tempo davanti a uno schermo era una colpa, ora siamo obbligati a passarci la gran parte delle nostre giornate, e forse è stata proprio questa forzatura a farci capire l’importanza della presenza fisica delle persone a noi care.

Essendo giovani abbiamo molti desideri e sogni, come tornare a fare a “sportellate” in un campo da calcio, fare un bel viaggio in giro per il mondo con gli amici o con la famiglia, riabbracciare i nostri compagni e goderci i nostri ultimi anni di scuola in tranquillità. Oggi sembrano irraggiungibili, ma noi non perdiamo la speranza; e pensando al futuro, ci immaginiamo in una lunga tavolata, festeggiando la fine di questo periodo.

La redazione di The Ments vi augura una buona Pasqua, nelle massime possibilità consentite dal DPCM, e vi manda un forte abbraccio virtuale. Ci raccomandiamo che voi rispettiate il coprifuoco!